La tua libertà vale meno della parcella del commercialista?

Potrebbe sembrare il titolo di un pippolone filosofico ma ti assicuro che si traduce in qualcosa di molto concreto.

 

Libertà nonostante commercialista
Mi riallaccio ad un post che puoi trovare su facebook sul gruppo Azienda Migliore (vai al post sul gruppo Facebook) che ovviamente NON è dedicato ad illustrare le Srl innovative ma è dedicato al fatto di

 

fare sempre molta attenzione ai regali che arrivano da qualche nuova legge.

 

Il regalo (più una polpetta avvelenata in realtà) in questo caso si materializza nel NON pagare la parcella del notaio per costituire una Srl.

 

“Quindi se NON si paga il notaio la Srl costa meno e finalmente la posso avere anche io!”
Riflettendo su questo pensiero comune, però, sono giunto ad una conclusione diversa.

 

E cioè che il problema NON è la parcella del notaio ma in generale il problema sta nel fatto che esiste ancora l’uguaglianza

 

SRL = COSTO

 

L’unica cosa importante da sapere sulle SRL è che costano.

 

Costano in termini di notaio, in termini di commercialista, in termini di chissà cos’altro vi dicono.

 

Devo ancora trovare qualcuno che mi dica esattamente QUANTO costano di più ma spero un giorno di avere questa misteriosa informazione.

 

Quindi visto che “costa” andiamo di

  • Srl semplificate
  • Srl innovative
  • Sas
  • Snc
  • Ditte individuali
  • Regimi minimi/forfait
  • Cooperative
  • Associazioni culturali
  • Associazioni sportive
  • Società all’estero pur vivendo in Italia
  • e qualsiasi altra fantasiosa soluzione.

Tutti strumenti utili, ovviamente.

Ma per chi NON ha l’ambizione di fare l’imprenditore.

Torniamo infatti al titolo da pippolone filosofico con la scontata ma purtroppo sottovalutata domanda:

 

“Ma perché vuoi aprire una partita iva e fare l’imprenditore?”

 

A questa domanda le risposte possono cadere sostanzialmente in 3 categorie:

 

I SINCERI:

“guarda se non ho la partita iva non lavoro perché non mi assumono e quindi mi serve per vivere”

 

A queste persone la Srl NON la propongo nemmeno io!

Ovvio che qui bisogna lavorare con una partita iva snella e che costi niente perché parliamo di giocare sui 100 euro in più che devono rimanere in tasca a chi vorrebbe essere un dipendente ma È COSTRETTO ad aprire una partita iva.

 

GLI IMPRENDITORI:

“perché voglio fare soldi e ho un progetto ben preciso”

 

A queste persone la Srl NON la propongo perché me la chiedono direttamente loro.

Cioè NON esiste alternativa!

Non prendono nemmeno in considerazione alternative.

 

I “VEDIAMO COME VA”:

“perché voglio raggiungere la mia libertà finanziaria ma preferisco partire senza tanti costi e poi vediamo come va”

 

Quando sento questa risposta (con tutte le sue variabili) ho imparato a mie spese che è meglio tirarsi indietro.

La parte “voglio raggiungere la mia libertà finanziaria” mi porta a consigliarti una Srl perché (tra le tantissime altre cose):

  • da maggiori possibilità di crescita dell’impresa senza rischiare costantemente le proprie natiche;
  • è l’unica cosa vendibile a qualche altro imprenditore (voglio infatti vedere chi mai vi comprerebbe una ditta individuale o una società di persone).

 

Ma il “preferisco partire senza tanti costi e poi vediamo come va” è la classica premessa ad un tuffo in un lago di cacca.

Questo perché:

  • NON c’è un progetto imprenditoriale. C’è solo una vaga idea di fare qualcosa;
  • NON essendoci un progetto l’imprenditore “vediamo come va” NON vuole ovviamente rischiare i suoi soldi perché in cuor suo sa che sta per fare una mezza cagata;
  • NON volendo rischiare i suoi soldi PRETENDE che sia qualcun altro a farlo,
    • tipo la banca a cui va a chiedere dei soldi senza arte né parte,
    • o al commercialista che devi trovargli mille soluzioni per risparmiare su qualsiasi cosa ma a parcelle bassissime,
    • o ai fornitori che devono concedere pagamenti a 365 giorni,
    • Eccetera.

All’imprenditore “vediamo come va” mi sento di chiedere:

Ma quanto VALE la tua libertà?

 

Vale più o meno della parcella di un notaio?
Vale più o meno della parcella di un commercialista?
Vale più o meno del tasso d’interesse di una banca?

 

Se vuoi la libertà finanziaria devi essere pronto ad INVESTIRE sulla tua libertà finanziaria.

 

Per un imprenditore NON è tutto un COSTO.

 

Tutto è un INVESTIMENTO finalizzato a raggiungere un obiettivo che VALE più di quanto hai investito.

 

Immagina di voler andare in vacanza alle Maldive.

 

Ci rinunceresti perché il biglietto aereo COSTA?
Ci rinunceresti perché l’albergo COSTA?
Ci rinunceresti perché mangiare alle Maldive COSTA?

 

Se ci rinunceresti significa che le Maldive sono un obiettivo che ti interessa poco.

 

IDEM per la tua attività d’impresa.

Se il notaio, il commercialista, la banca, la Srl sono sempre e solo costi che ti fanno rinunciare alla tua libertà finanziaria, beh…direi che è meglio che nemmeno parti per vedere come va.

“Eh vabbè ma alle Maldive sono sicuro di rilassarmi, divertirmi e stare bene”

Questo significa che il tuo obiettivo “libertà finanziaria” è ancora qualcosa di astratto e NON è un PROGETTO raggiungibile.

E se NON è un progetto raggiungibile e NON ci credi nemmeno tu figurati quanto potranno crederci gli altri.

Notai, commercialisti e banche sono il tuo aereo, albergo e cibo verso le tue Maldive imprenditoriali.

Valgono più o meno della tua libertà?

Dai, puoi comunque cominciare con qualcosa di gratis cliccando qui e scaricando il REPORT di AZIENDA MIGLIORE

 

Report

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *